BARI: Test HIV gratuito nella Giornata della Donna 2019

bari test hiv gratuito festa della donna

BARI: Test HIV gratuito nella Giornata della Donna 2019

Venerdì 8 Marzo, in occasione della giornata internazionale della donna 2019, i volontari del CAMA LILA, in collaborazione con i Medici dell’Ambulatorio di Counselling e Screening HIV dell’Istituto di Igiene dell’AUO Policlinico di Bari e la Croce Rossa Italiana sede di Bari, proseguiranno il progetto denominato “ACCESSO RAPIDO – Interventi per favorire la diagnosi tempestiva dell’infezione da HIV – finanziato dall’Assessorato al Welfare del Comune di Bari attraverso l’avviso pubblico relativo alle “AZIONI DI CONTRASTO ALLA GRAVE MARGINALITA’ ADULTA”, offrendo, sia presso la sede operativa di Via Castromediano 66 (dalle ore 10.00 alle 13.00), sia presso la sede della Croce Rossa Italiana in Piazza Mercantile 47 (dalle ore 17.00 alle 19.30), il test salivare HIV a risposta rapida, in modo anonimo e gratuito, per rinforzare la capacità di vivere la sessualità in modo sicuro e responsabile, senza rinunciare al piacere e alla passione!

Appuntamento dedicato alle donne, le quali, di solito, non pensano seriamente all’eventualità di poter contrarre il virus Hiv durante un rapporto sessuale. Molti credono erroneamente che l’Aids riguardi solo i gay, i tossicodipendenti, le persone che si prostituiscono e i loro clienti, o comunque persone che hanno fatto scelte di vita in qualche modo “diverse”; ma si tratta di una convinzione basata su stereotipi e pregiudizi molto lontani dalla realtà. L’Hiv riguarda chiunque abbia una vita sessuale attiva: il fatto che il rapporto sessuale avvenga tra persone dello stesso sesso o di sesso diverso, che avvenga all’interno di una coppia stabile o di un rapporto occasionale, non cambia nulla.

In Puglia, secondo i dati diramati dall’Osservatorio Epidemiologico Regionale, in 10 anni (2007-2017) sono state segnalate complessivamente 1762 nuove diagnosi di infezione da HIV con una media di 160 all’anno. Di queste, 332 sono donne e nella maggior parte dei casi, le stesse, hanno contratto il virus attraverso rapporti sessuali non protetti dal preservativo, spesso con il proprio partner stabile. Inoltre rimane alta ed in costante crescita la percentuale di diagnosi tardive: nel periodo di sorveglianza, la proporzione di tutte persone arrivate ad una nuova diagnosi di infezione da HIV come Late Presenter (residenti e non residenti) è stata del 49,3%.

E’, quindi, ormai chiaro che, per sconfiggere l’Hiv, è necessario che le persone inconsapevoli di aver contratto il virus si sottopongano al test e possano così accedere tempestivamente alle cure.

Il test viene eseguito da personale formato ed è accompagnato, appunto, da un colloquio di counselling finalizzato alla valutazione dei rischi corsi.Prima di effettuare lo screening si raccomanda di astenersi dal bere, fumare e mangiare per almeno 30 minuti.

Venerdì 8 Marzo, l’accoglienza e l’accettazione delle richieste di esecuzione del test avverrà sia presso la sede operativa di Via Castromediano 66 (dalle ore 10.00 alle 13.00), sia presso la sede della Croce Rossa Italiana in Piazza Mercantile 47 (dalle ore 17.00 alle 19.30); l’esito del test verrà consegnato 20 minuti dopo la sua somministrazione.

Se il test risulterà reattivo (ovvero preliminarmente positivo), la persona verrà indirizzata ad un centro specializzato, con un percorso di accesso facilitato, dove potrà eseguire un test di conferma convenzionale ed essere inserito in un programma di cura.